Powered by Hair Science Institute

La ricrescita dei capelli : la crescita in condizioni normali

 

capelli crescono circa 1,2 cm al mese. C’è chi vorrebbe che questa crescita fosse più importante con l’uso di prodotti miracolosi, ma questa è piuttosto una pia illusione e non è certo la soluzione. Se poi i capelli cominciano a divenire più fini o addirittura a cadere bisogna informarsi e rivolgersi a centri specializzati e a protocolli di cura personalizzati, definiti caso per caso a seconda del paziente.

Quando la ricrescita è interrotta e i capelli cadono

Una delle cause più frequenti di caduta di capelli, soprattutto in soggetti maschili è l’ alopecia androgenetica, che in minor misura percentuale può essere anche femminile. L’ alopecia areata è un’altra patologia questa volta più presente in pazienti di tipo femminile. Diete drastiche, stress, turbamenti ormonali ne sono sovente la causa.

Alcuni trattamenti medicinali per la ricrescita dei capelli

Tra le terapie di cura abbastanza efficaci possiamo annoverare quelle a base di minoxidil. Le terapie con la finasteride invece sono piuttosto efficaci nei casi di alopecia androgenetica maschile quando il follicolo pilifero sotto dell’azione dell’5-alfa-reduttasi si riduce in dimensioni, si miniaturizza. La trasformazione del testosterone in diidrotestosterone (DHT) è causa del processo di diradamento e caduta dei capelli.
Bisogna comunque sapere e prendere in considerazione che tutti questi trattamenti farmacologici per la ricrescita dei capelli sono efficaci solamente quando il follicolo pilifero è ancora relativamente attivo.

Le fasi della ricrescita dei capelli

È bene comunque sapere come si svolge il ciclo di vita dei capelli. Quando il capello è in fase di crescita, questa si chiama anagen. In questa fase. Il follicolo è in attività il che significa che il capello cresce e si allunga. Quando invece il follicolo entra in una fase di stasi, detta catagen, il capello regredisce ed il follicolo non genera più crescita ed il capello non cresce più. Un periodo di riposo detto telogen. durante questo periodo il follicolo è inattivo. Il neonato capello resta all’interno del follicolo e spingendo nella crescita porterà ala caduta del vecchio.

Chi è ormai completamente calvo dovrebbe, abbandonare l’idea che esista una soluzione per far ricrescere i capelli caduti. Non esistono soluzioni miracolo: l’unica soluzione è quella dell’autotrapianto, Qui in questi casi abbiamo una situazione in cui il follicolo pilifero non è più attivo non ci sono più altre soluzioni. Se vogliamo di nuovo avere una ricrescita di capelli questa è la strada da percorrere. Questo intervento chirurgico é effettuato solo da specialisti in centri medici specializzati.
Qui si pone poi il problema seguente: vogliamo sottoporci ad un intervento che ridistribuisca i capelli che restano al paziente o vogliamo andare oltre, visto che oggi la scienza ci permette di ritrovare una crescita di capelli moltiplicata con una sorta di clonazione? In maniera generale ora il grande pubblico sa che con le tecniche tradizionali, che si tratti di FUT detta anche strip, o FUE anche se mini, i follicoli trapiantati sono prelevati dalle zone immuni alla calvizie e trasferiti nelle zone in cui non ne esistono più.
Ma queste tecniche non offrono una vera ricrescita dei capelli: esse ridistribuiscono quelli esistenti senza crearne una nuova quantità. La zona da cui i capelli sono prelevati, detta zona donatrice è depauperata di tutte quelle unità follicolari che vengono trasferiti alla zona calva ricevente. È chiaro che la zona donatrice perde in densità.

Descrizione della tecnica più esclusiva al mondo: la HST – PL – FUT

Il nome di questa tecnica esclusiva di trapianto è HST o Hair Stemcell Transplantation (Trapianto di cellule staminali pilifere) oppure anche PL FUT o Partial Longitudinal Follicular Extraction: Estrazione parziale Longitudinale di un Follicolo Pilifero. Una porzione di bulbo estremamente ridotta, di 0,5 / 0,6 millimetri di diametro viene estratta dal chirurgo dai bulbi della zona donatrice. La rimanente parte dei bulbi parzialmente prelevati resta in loco e così si rigenera.

Si verifica una vera e propria ricrescita dei capelli. Nel giro di qualche mese la zona donatrice ricresce perfettamente uguale a come era al momento del prelievo. Non vi è quindi diradamento della zona donatrice. Tale estrazione parziale, contenendo una infinitesima parte di tessuto non avrebbe tuttavia, in assenza delle modalità del brevetto, la forza di sopravvivere per essere trapiantata. Il composto medicamentoso brevettato nel quale gli innesti prelevati vengono immersi, detto medium, conferisce a questi ultimi il vigore necessario per attecchire nella zona di innesto.

Niente ricrescita nelle altre tecniche

Le altre tecniche che si vantano di effettuare prelievi ridottissimi, come la micro-FUE, hanno comunque un limite situato intorno agli 0.8 mm di prelievo. Da un punto di vista matematico, significa che il più minuto innesto disponibile sul mercato oggi è comunque 33 per cento più voluminoso di quelli estratti con la HST. Questo perché la sopravvivenza di questi innesti è dovuta alla presenza del tessuto che riveste l’innesto. Nella tecnica HST invece il tessuto è praticamente assente e le cellule staminali pilifere sono a nudo.
I vantaggi incomparabili della ricrescita e della moltiplicazione dei capelli con la tecnica HST

  • La ricrescita completa della zona donatrice nel giro di qualche mese (nove mesi in media)
  • La densità capillare dopo la ricostituzione risulta più alta di quella realizzata con altre tecniche. Il risultato risulta estremamente naturale
  • Nessuna fasciatura al termine dell’intervento perché la fuoriuscita di sangue dai microscopici intagli è insignificante. Questo significa anche
  • Una guarigione rapidissima e assenza di cicatrici all’origine di fibrosi.

La ricrescita: il risultato della tecnica esclusiva di trapianto HST rispetto ad altre tecniche.
Si sa che altre tecniche provocano da un lato lunghe cicatrici (FUT per esempio) o molte minuscole cicatrici (FUE) che creano fibrosi del cuoio capelluto. Con la tecnica di trapianto HST si arriva a ottenere la ricrescita di capelli necessaria per ricostituire quelle lunghe ed inestetiche cicatrici che sono sovente causa di complessi.
Ci sono persone che hanno anche tre cicatrici da FUT. Effettivamente questa scelta esclusiva di trapianto parziale longitudinale permette la ricrescita dei capelli su di tutti i tipi di cicatrici, compresa la ricostruzione di zone ustionate.